Il Covid come pretesto per nuove installazioni nel Centro storico

Condividi

L’emergenza Covid viene usata come espediente per ulteriori occupazioni di suolo pubblico. E’ questo  il senso di una richiesta avanzata dall’Associazione Commercianti ed Imprenditori al Sindaco di Gallipoli per ottenere una proroga della scadenza del 20 novembre sino alla prossima estate. Ma ciò che è più grave è che si avanza la richiesta che i gazebo possano essere trasformati in dehors a struttura rigida e coperta.

Quel che non sono riusciti a far passare dalla porta, perchè la Soprintendenza non ha mai espresso parere favorevole, pensano di farlo passare dalla finestra aperta dall’emergenza Covid.

Abbiamo manifestato il nostro dissenso, inviando al Sindaco una lettera datata 22 ottobre 2020, ed abbiamo informato anche la Soprintendenza perchè vigili su eventuali nuove installazioni.

Al Comandante della Polizia Municipale abbiamo anche chiesto, al momento del rilascio delle zone occupate, di verificare lo stato dei luoghi e di disporre gli eventuali provvedimenti di ripristino.

Ecco il testo integrale della Lettera.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi